Un’ondata di 18 nuovi smartphone Xiaomi, Redmi e POCO sta per travolgere il mercato: volete sapere quali?

Un’ondata di 18 nuovi smartphone Xiaomi, Redmi e POCO sta per travolgere il mercato: volete sapere quali?

Un’ondata di 18 nuovi smartphone Xiaomi, Redmi e POCO sta per travolgere il mercato: volete sapere quali?

L’inarrestabile Xiaomi non smette di progettare il suo futuro, tanto a lungo, quanto a breve termine. Se infatti l’obiettivo finale è quello di scalzare i suoi più grandi rivali e conquistarsi il trono di maggiore produttore di smartphone al mondo, per farlo deve continuare a disseminare il mercato di nuovi modelli, mantenendo alto il livello qualitativo. E che dite, 18 nuovi smartphone – a marchio Xiaomi, Redmi e POCO – di qui a settembre possono bastare?

Xiaomi

Partiamo con il marchio principale, ormai prestigiosa vetrina dei modelli più curati, ma anche più costosi. Dopo l’annuncio dei nuovi Mi 10 e Mi 10 Pro, ecco che cosa aspettarci dai prossimi mesi, secondo una massiccia fuga di notizie delle ultime ore.

• Xiaomi Mi 10T: sulla scorta di quanto visto durante l’anno passato, dalle nostre parti arriverà un Mi 10T, che potrebbe essere nient’altro che un rebrand del già noto Redmi K30 4G

• Xiaomi Mi 10T Pro: gli appena svelati Redmi K30 Pro e K30 Pro Zoom sono in lizza per arrivare in Occidente, sotto il nome di Mi 10T Pro

• Xiaomi Mi 10S: un nome inedito, che entra soltanto ora nei nostri radar e da cui non sappiamo ancora che cosa aspettarci. Ma potrebbe avere qualcosa in comune con i POCO F2 e Redmi X10 che nomineremo nuovamente in seguito

• Xiaomi Mi 10S+ 5G: anche questo un modello del tutto inedito che, a rigor di logica, dovrebbe essere un rebrand della variante 5G di POCO F2 e Redmi X10

• Xiaomi Mi 7 (2020): vi ricordate del Mi 7? No vero? Già, perché nel 2018 Xiaomi decise di saltarlo per passare direttamente a Mi 8, allo scopo di celebrare il proprio ottavo compleanno (in Cina, l’8 è un numero portafortuna). Non si sa bene per quale motivo, ma il colosso cinese sarebbe intenzionato a colmare questa lacuna proponendolo a due anni di distanza e, per non farsi mancare nulla, il design sarebbe una variazione sul tema (rivista e corretta in chiave 2020) della vecchia gloria Mi 6. Scelte decisamente strane, ma da cui potrebbe venir fuori qualcosa di molto interessante – anche soltanto per le dimensioni compatte del dispositivo

• Xiaomi Mi MIX 4: anche quest’anno non potrà mancare un Mi MIX, chissà che cosa si inventerà questa volta Xiaomi per la sua serie di smartphone più fuori dagli schemi

• Xiaomi Mi MIX 4S: in rapida successione, potremmo vedere anche la variante S, difficile ipotizzare che cosa aspettarsi

• Xiaomi Mi CC10: inaugurata l’anno passato, la serie Mi CC si è distinta per una particolare attenzione per il comparto fotografico, seppur senza salire troppo con il prezzo di listino. E ci attendiamo lo stesso anche quest’anno

• Xiaomi Mi 10 Lite: da noi, l’appena menzionato Mi CC10 dovrebbe arrivare sotto il nome di Mi 10 Lite, che fra l’altro è stato appena annunciato anche per il nostro mercato, tuttavia senza ancora molte informazioni sul suo conto

• Xiaomi Mi Zero: il più enigmatico di questa carrellata di nuovi smartphone Xiaomi, possiamo ipotizzare che si tratterà di un dispositivo ambizioso e avveniristico, magari privo di pulsanti fisici e porte di connessione, sulla scorta di Meizu Zero

Redmi

Passiamo ora al marchio Redmi che, dall’inizio dello scorso anno, si è conquistato una sua indipendenza da Xiaomi, senza tuttavia lasciarne l’ala protettrice. Nel tempo, è riuscito ad alzare l’asticella di qualità e personalità dei suoi prodotti, senza abbandonare la stella polare del rapporto qualità prezzo. E anche prossimamente la strada maestra rimarrà questa.

• Redmi 9: dopo aver assistito alla presentazione di Redmi Note 9S, anche la variante base è attesa al varco, con qualche rinuncia lato hardware, ma con un prezzo di listino probabilmente molto aggressivo

• Redmi 9A: nei prossimi mesi non mancherà nemmeno la variante più economica della serie, che si attesterà poco sopra i 100€ come di consueto, ideale per chi cerca uno smartphone senza troppe pretese, ma di sicura affidabilità

• Redmi Note 9S+: la faccenda si fa intricata, dato che dovrebbe trattarsi di un altro nome del già noto Redmi 9 Pro Max, destinata ad alcuni mercati selezionati (come il nostro?)

• Redmi X10: il marchio cinese potrebbe poi inaugurare una nuova linea di dispositivi, di cui Redmi X10 sarebbe il capostipite. Come accennato, potrebbe avere molto da spartire con POCO F2 e Xiaomi Mi 10S, ma con ogni probabilità soltanto uno fra questi tre arriverà dalle nostre parti

• Redmi X10 5G: variante 5G dello smartphone appena menzionato, si vocifera con le sue specifiche coincideranno con quelle di POCO F2 Pro 5G e Mi 10S+ e, anche in questo caso, soltanto uno fra questi arriverà da noi

POCO

Ritornata in auge ad inizio 2020, dopo un anno e mezzo di silenzio che ne avevano messo a repentaglio la continuazione, POCO non ha intenzione di fermarsi dopo il lancio di X2 e ha in serbo altri dispositivi, anche se probabilmente destinati al solo mercato indiano.

• POCO X2 Pro: se POCO X2 si è rivelato poco più che una versione rebrand di Redmi K30, ci aspettiamo che POCO X2 Pro non sarà altro che il nome di Redmi K30 Pro (o Pro Zoom) per il mercato indiano

• POCO F2: già menzionato sopra, dovrebbe trattarsi dello stesso dispositivo conosciuto anche con i nomi di Redmi X10 e Mi 10S

• POCO F2 Pro 5G: con ogni probabilità, variante indiana degli inediti Redmi X10 5G e Mi 10S+